L’intervista cosplay della settiamana: LilBunny Mei

– ENGLISH VERSION HERE! – 

– 日本語版はこちら!- 

Iniziamo subito con le presentazioni!

“Kenzen naru tamashii wa, kenzen naru seishin to, kenzen naru nikutai ni yadoru”

“un anima forte, risiede in un corpo forte e in una mente forte” Maka Albarn, Soul Eater.

Avevo 15/16 anni e fu il primo anime che guardai di nascosto all’una di notte, e Maka fu il mio primo cosplay in assoluto, prima non sapevo nemmeno cosa fosse un cosplay o un anime, e poi perché avevano tutti quegli occhioni?
Il mio vero nome è Irene, nel mondo del cosplay Mei. Al momento studio scenografia all’Accademia di Brera a
Milano, ma non so ancora che professione vorrei fare una volta laureata. É stata dura ricominciare a studiare dopo anni in cui ho smesso per poter avere qualcosina da parte, ma non ho continuato a fare qualche breve corso come quelli di recitazione o cucito. Nel mio piccolo volevo continuare ad imparare qualcosa.
Ho sempre vissuto nella provincia di Pavia ed avevo un pò paura di venire a vivere nella caotica Milano, ma vivo in una zona tranquilla e mi piace molto! Oltre al cosplay e a tutte quelle cose legate a quel modo mi piacciono molto i fiori; ho fatto la fiorista per un po di tempo ed é bello circondarsi di profumi e colori, anche per nei momenti più tristi.

Da quanto fai cosplay e quali hai realizzato fino ad ora?

Faccio cosplay dal 2011, ma solo negli ultimi anni ho iniziato ad avere un miglioramento visibile.
Il mio primo cosplay fu, come citato prima, Maka Albarn di Soul Eater a Lucca. Maka come me era la “piatta” e “piccola” del gruppo. Da allora ad oggi ho perso il conto dei cosplay che ho fatto, ma non tanti quanti avrei voluto! questo é sicuro. Ci tengo in particolare modo a mostrarvi un cortometraggio realizzato per partecipare al contest di Sony Italia dove ho interpretato e fatto il cosplay di Ellie di The Last Of Us2 cantando la cover di “Through the valley”. Altri personaggi che ho realizzato sono Levy Mcgarden di FairyTail, Sinon di Gun Gale Online, Xion di Kingdom Hearts, Max di Life is Strange, Ranma, Touka di Tokyo Ghoul, Lucia di Promare, Mary Saotome di Kakegurui, Judy Hopps di Zootropolis, tanti instant e qualche original.

Come hai scelto il tuo nickname?

LilBunny Mei, mhh? il mio primo nickname é stato “Mei Kokoro” derivante da un errata traduzione  giapponese (anni fa chi sapeva quanto fosse ricco di significati il giapponese? ) e per nostalgia ho tenuto “Mei”. “LilBunny” invece é più recente perché i miei amici mi chiamano “coniglietta” per via del mio aspetto per nulla minaccioso e per il mio animo fin troppo sensibile e suscettibile. Perché negare una parte di noi stessi? solo perché sono una coniglietta non vuol dire che non posso essere coraggiosa, ed é divertente fare personaggi cazzuti e poi leggere sotto “Cosplay by LilBunny”. Un piccolo coniglietto indifeso e pasticcione  può comandare un GunBuster, lo sapevi?

Sei legata in modo particolare a qualche cosplay che hai realizzato?

Non ne ho uno in particolare, la maggior parte dei cosplay che faccio sono di personaggi a cui mi lego particolarmente.

Realizzi da sola i tuoi cosplay o preferisci comprarli/commissionarli?

Cerco spesso di realizzare i cosplay da me, o se non mi é possibile, quantomeno di sistemarli e rifinirli. Il divertimento sta anche li,  giusto? tralasciando tutte le bestemmie perché ovviamente le prime volte vengono fuori degli sgorbi improponibili…. soprattutto se non hai i soldi peri giusti materiali…

Cosa persi di chi ha fatto una scelta diversa dalla tua?

Ognuno é libero di poter fare quello che preferisce, anzi spesso se si vuole ottenere una certa omogeneità con un gruppo é meglio comprarli/commissionarli. Trovo ingiusto invece ricevere premi dai concorsi per un cosplay che non hai fatto tu, a meno che non siano premi per interpretazione o simili. Capisco che possa far rabbia quando una persona riceve molta più considerazione nonostante non tocchi mai una macchina da cucire o una ciocca di una parrucca, ma a quel punto nulla ti impedisce di fare lo stesso, no?

Hai un “dream cosplay” o un progetto che hai particolarmente a cuore?

 Forse troppi, e ogni anno cambiano. Sicuramente mi piacerebbe portare Miku,chi non vorrebbe essere una idol per un giorno? Mi stanno iniziando a piacere molto gli stili degli anni 80/90, quindi personaggi come Ranma, Lamú, Videogirl Ai, Kaori (CityHunter), Noriko (GunBuster), Shadow Lady,  Madoka ( Orange Road), Priss (Bublegum Crisis) quindi vorrei poter dar loro uno spazio dedicato.  Oltre a questo mi piacerebbe moltissimo poter realizzare un original Cyberpunk e sperimentare qualche materiale nuovo. Per la tesi della mia accademia pensavo proprio di portare un progetto simile, forse é la buona volta che mi decido.

In quale cosplay, invece non ti vedi proprio?

Ho provato a fare Aerith di FF7, con scarsissimi risultati, purtroppo ha un viso troppo sottile per il mio naso a patata, che tristezza. Vorrà dire che farò Yuffie ✨

Secondo te è giusto guadagnare con il cosplay?

Si, mi sembra giusto considerando quanto impegno e soldi uno ci mette, anche se si parla di Onlyfans e la maggior parte dei suoi contenuti. Ovviamente tutti sta in base anche  alla professionalità, esperienza e bravura.

Ci sono, secondo te, dei casi in cui non lo sia?

Non ho dei casi particolari che mi vengono in mente,  ci sono varie sfaccettature da considerare.

Ultimamente di parla molto di “original”, secondo alcuni snaturano il senso del cosplay, tu come la pensi?

Un original é un original, cosa centra con lo snaturare il senso del cosplay? Non trovo assolutamente sia una cosa negativa! anzi! persino io vorrei poterne fare molti di più. Stimolano la tua fantasia anche nei momenti come ora, che non puoi avere tutti i giusti materiali per finire per bene un personaggio, allora trovi un altro modo di esprimenti e inventi qualcos’altro.

Secondo te che impatto hanno avuto i social nel mondo cosplay?

Un fortissimo impatto, sia positivo che negativo. Alcuni cosplayer si può dire che siano diventati una sorta di influencer, senza contare tutti i materiali che puoi ottenere quando fino a soli 10 anni fa facevi fatica a trovare e la grandissima affluenza di nuovi cosplayer. Certo, fa un po rabbia perché fino a poco fa eravamo visti come pagliacci e derisi, e ora chiunque può avere accesso al nostro mondo( forse troppe persone visto che oramai non puoi fare nulla senza risultare un orrendo essere privo di sentimenti per motivi praticamente invetati da occhi che vedono solo odio, e non parlo di blackface) D’altro canto puoi informarti meglio e imparare più facilmente. Ma é un discorso fin troppo lungo per un’intervista.

A quali fiere e manifestazioni hai partecipato?

Molti, ma tutti vicini a Milano, difficilmente riesco a raggiungere mete al di fuori della mia regione. Mi piacerebbe poter partecipare ad eventi all’estero.

Qual’è la tua fiera preferita?

Riminicomix ovviamente. Grazie Riminicomix per esistere, mi mancano i miei amici e le pannocchie speziate.

Progetti futuri?

In questo periodo é difficile fare previsioni. Al momento sto lavorando a Makise Kurisu di Steins Gate per poter finalmente fare coppia con il mio ragazzo, ma solitamente i miei piani cambiano di mese in mese.

Hai qualche aneddoto da raccontarci?

Si, è legato anche all’ unica volta in cui ho partecipato ad un concorso: Anni fa avevo portato sul palco, iscrivendomi alla gara Di Novegro invernare, Sinon di Gun Gale Online tutto fatto da me copreso il fucile.
La canzone che avevo scelto di sfondo era “Life is a higway” dei Rascal Flatts che partiva subito dopo l’intro parlato “link, Start!” dell’anime. Non era assolutamente una canzone dell’anime, ma in quel periodo la ascolavo spesso e mi metteva allegria, e volevo che anche gli altri si sentisseri allegri, così mi esibì con quelle note sotto incitando le persone a ballare con me. Finita la mia “performance” del tutto discutibile, ma sicuramente rallegrante, mi chiesero dei fotografi di fare foto all’esteterno e andai a fare fuori senza nemmeno partecipare all’estrazione di vincitori perché sapevo di non poter vincere, mi sarei congratulata con i vincitori dopo!
Dopo poco arriva la mia migliore amica:
” Ire, ma cosa fai qui fuori! vai sul palco!”
“Perché scusa? ”
“HAI VINTO IL PRIMO PREMIO DEL MIGLIOR FEMMINILE!”
“AH.”
Non sapete quanto ero felice, non avrei mai immaginato di vincere, io ero salita solo per esibirmi con la mia stupida canzone e invece ho finito anche per ricevere un premio e i complimenti dei giurati!
Grazie ancora.

Ragazzi, grazie per aver letto tutto fino a qui, se avete voglia di supportarmi, magari per i prossimi progetti, potete trovarmi su Ko-Fi!  un piccolo caffè può cambiare tante cose! con il vostro aiuto sono riuscita già a portare un cosplay, grazie!

Se volete sostenere i progetti di LilBunny Mei e scoprire tutti i suoi spazi social cliccate QUI.

 PHOTO CREDITS

Mary Saotome da Kakegurui ( solo la foto in bunny suite) + Demone Nero ( original con le corna bianche)+ Xion e Xion e Axel da Kingdom Hearts
PH
FB https://www.facebook.com/mrwolfpix
IG https://www.instagram.com/daniele_mrwolf/

Cacciatrice di demoni (original) + Ellie da The Last Of Us 2 ( foto con la chitarra e foto seduta sulle poltrone rosse)
PH
FB
https://www.facebook.com/shot.and.shoot.ph
IG
https://www.instagram.com/shot_and_shoot/

School Uniform + Ranma Saotome da Ranma 1/2 ( solo la foto a mezzo busto dove combatto)
PH
FB https://www.facebook.com/stefano.bentivogli.photo
IG https://www.instagram.com/ste83mi/

Ellie da The Last Of Us 2 (la foto seduta sui detriti)
PH
FB
https://www.facebook.com/andreaberninifoto
IG https://www.instagram.com/andreaberninifoto/

Max da Life is Strange
PH
IG https://www.instagram.com/altariah/

Maid Cafee
PH
IG https://www.instagram.com/zeriel182/

Ranma Saotome da Ranma 1/2 ( la foto dove “saluto”)
PH
FB https://www.facebook.com/robert.skayal
IG https://www.instagram.com/robertskayal/

Tutte le altre foto sono state scattate da me
I personaggi sono:
Mary Saotome da Kakegurui + Marcelline da Adventure Time + Harajuku bunny ( quella tutta rosa con i codini) + Touka da Tokyo Ghoul + Lucia da Promare + Levy da Fairy Tail

Our Friends:

Please follow and like us:

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

WORLD’S END CLUB – DEMO GRATUITA ORA DISPONIBILE SU NINTENDO SWITCH

DEMO GRATUITA ORA DISPONIBILE SU NINTENDO SWITCH Metti alla prova il tuo lavoro di squadra …