sabato , 23 Marzo 2019

L’intervista della settimana: Kaede Shiranui Cosplay   

– ENGLISH VERSION HERE! – 

Ti va di presentarti ai lettori di Senzalinea?
Certo! Ciao a tutti, mi chiamo Lauriana, in arte Kaede Shiranui Cosplay, sono pugliese, ho 24 anni e sono una studentessa di medicina.  Dal 2013 ho iniziato a frequentare fiere e convetion e un anno dopo ho portato il mio primo cosplay, ma sono un’appassionata di anime a manga praticamente da sempre.
Le mie passioni al di fuori del mondo geek sono l’equitazione e gli animali in generale.
Quale cosplay hai realizzato fino ad oggi?
Ho iniziato a fare cosplay in gruppo portando Misa di Death Note, Amaimon di Blue exorcist e Grell di Black Butler. Ho poi continuato con progetti sempre più impegnativi, come Tira di Soul Calibur, Erza Scarlet di Fairy Tail, Judal e Rurumi di Magi, Ulquiorra (2a etapa) da Bleach, 9S da Nier Automata, Derieri da The Seven Deadly Sins e tanti altri. Ultimamente faccio parte di un gruppo di My Hero Academia di cui ho fatto 3 personaggi (e il quarto è in lavorazione) Bakugou, Tamaki e Nana Shimura.
Come hai scelto il tuo nickname?
Il mio nickname è composto da “Kaede” che è il nome a cui si riferisce a se stessa la protagonista di Elfen Lied, personaggio che ho amato interpretare. E da “Shiranui” il nome dato a un fenomeno naturale inspiegabile che avviene nel cielo di una città giapponese dove all’alba, innumerevoli luci di color arancione si accendono sopra e dentro l’acqua del mare muovendosi freneticamente.
Sei legata ad uno dei tuoi cosplay in modo particolare?
Il cosplay al quale sono più legata probabilmente è Bakugou Katsuki, grazia al quale ho conosciuto un mucchio di gente fantastica con cui spesso creiamo tante iniziative a tema.
Realizzi da sola i tuoi cosplay?
La maggior parte delle volte li realizzo da sola, ma ho qualche cosplay comprato e un paio avuti per una collaborazione con un sito.
Cosa pensi di chi ha fatto una scelta diversa dalla tua?
Penso che ognuno è libero di procurarsi il costume secondo le proprio possibilità e abilità. È un hobby e come tale l’importante è sempre divertirsi.
Hai un “dream cosplay”?
Il mio dream cosplay è Angewomon, purtroppo ho sempre anteposto altri progetti al suo quindi per ora è ancora un progetto lontano dal completamento.
C’è qualche cosplay con cui non ti ci vedresti proprio?
Sono molto versatile e mi piace variare genere e personaggi, però penso che se dovessi scegliere un tipo di personaggi nel quale non mi ci vedrei proprio sono quelli di Love Live.
Secondo te è giusto guadagnare con il cosplay?
Se uno ha realmente qualcosa da trasmettere tramite i propri cosplay e riesce a ricavarne un guadagno ben venga. Io stessa ho collaborato in alcuni progetti nel quale ho ricevuto rimborsi e costumi.
C’è qualche caso in cui non lo sia?
Non mi piace generalizzare quindi preferirei dare un mio parere su un caso specifico piuttosto che in generale.
Cosa pensi dei cosplay “original”?
Penso che gli original siano una categoria del cosplay nel quale ci si può sbizzarrire a creare il proprio personaggio anche grazie alle conoscenze acquisite nel creare costumi per personaggi già esistenti, io stessa ho posato con un original per delle foto a tema gotico.
I social hanno contribuito a far diffondere il cosplay, ma polemiche e flame non mancano mai, tu come la pensi?
I social sono un buon modo per far mostrare i propri lavori e per conoscere gente con i tuoi stessi interessi e scambiarsi consigli e opinioni. Nonostante spesso si parli di flame e fanservice esagerato io preferisco prendere la parte migliore dei social e sfruttarli per ciò che ho scritto nelle prime righe.
A quali eventi hai partecipato?
Ho partecipato a quasi tutti gli eventi nella mia regione e spesso mi sposto anche nelle regioni limitrofi per fiere più grandi come Comicon e Romics. Tutti gli anni partecipo a Lucca comics e da qualche anno anche a Riminicomix, due delle mie fiere preferite.
Hai mai partecipato a qualche contest?
Sì, ho partecipato a qualche contest e ho anche vinto un secondo posto a un contest di Lucca comics riservato a cosplayer di videogame Bandai Namco.
Ne hai mai presentato uno?
Sì ho presentato un contest nella mia città e uno al Bgeek qualche anno fa.
Progetti futuri?
I costumi al quale sto lavorando ora sono Hawks di My Hero Academia e A2 da NieR:Automata. Invece le mie prossime fiere saranno il Game e Il Lecce comics probabilmente, due fiere pugliesi nel quale sarò presente allo stand di My Hero Academia Cosplay Puglia.
Ecco infine tutti i link social di Lauriana:
Print Friendly, PDF & Email

Biografia Danilo Battista

Danilo Battista
Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega , tornato sulla terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Nell' ultimo anno scrive su Senzalinea di tecnologia e soprattuto di Cosplay. Ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega..

Check Also

Zona EMEA: crollano Apple e Samsung, “corrono” Huawei e Xiaomi!

Le rilevazioni della società di analisi Idc riferite che  quarto trimestre 2018  nella zona Emea …