NAPOLI FEMMINILE, A SASSUOLO ARRIVA UN’ALTRA SCONFITTA IN RIMONTA

Sassuolo-Napoli 3-1

Sassuolo (4-3-1-2): Lemey; Santoro (dal 43’ s.t. Pellinghelli), Filangieri, Mihashi, Philtjens; Dubkova, Parisi (dal 43’ s.t. Battelani), Brignoli; Bugeja (dal 25’ s.t. Orsi); Cambiaghi (dal 13’ s.t. Pondini), Pirone (De Bona, Binini, Maffei, Micheli, Rossi). All.: Piovani

Napoli (3-5-2): Mainguy, Di Marino (dal 1’ s.t. Dalton), Errico, Oliviero; Hoijlman, Kubassova (dal 22’ s.t. Nocchi), Nencioni (dal 1’ s.t. Huchet), Beil, Cafferata (dal 1’ s.t. Capparelli); Martinez, Chatzinikolaou (Perez, Jansen, Risina, Groff). All. Marino
Arbitro: Di Marco di Ciampino (Iacovacci-Loic Nana)
Note: terreno in perfette condizioni, porte chiuse. Ammoniti: Di Marino, Errico (N). Rec.: 2’ p.t., 5’ s.t.

Marcatori: Di Marino 27’ (N), Bugeja 40’ (S) p.t., Dubkova (S) rig. 16’, Bugeja 21’ (S)

Terza sconfitta in altrettante partite per il Napoli Femminile, che a Sassuolo si è fatto rimontare dalla squadra neroverde, complice un secondo tempo su ritmi alti da parte dell’undici di casa.
Mister Marino ha dovuto rinunciare last minute a Di Criscio, per via di una forte mal di gola, ed ha riproposto il 3-5-2 con in campo dal via le due ex Oliviero ed Errico. Di contro, Piovani si è affidato alla napoletana Pirone per provare a pungere le azzurre. Del bomber di casa il tacco al volo di poco a lato dopo meno di un minuto. Brava Di Marino al 13’ a deviare sopra la traversa una conclusione pericolosa di Parisi. Poco dopo Errico salva su Bugeja lanciata a rete. All’improvviso di testa, al 27’, Di Marino porta avanti il Napoli su punizione di Nencioni: grande soddisfazione per il capitano azzurro all’esordio stagionale.

Al 35’ sensazionale azione personale di Bugeja che salta mezza difesa del Napoli e mette in rete con il sinistro. Dopo l’intervallo tre cambi per Marino, che va di 4-5-1. Al 15’ rigore per il Sassuolo visto che un tiro di Parisi impatta sul braccio di Oliviero: dagli undici metri Dubkova trasformava sicura. Dopo cinque minuti, tris del Sassuolo con la solita Dubkova (classe 2004) che salta Capparelli e di destro la mette all’incrocio. Le speranze del Napoli di rientrare in partita si spengono sui legni colpiti – in Serie – da Chatzinikolaou su imbeccata di Martinez, da Hijolman su assist di Capparelli, di nuovo da Chatzinikolaou di testa e nella stessa azione da Beil: un clamoroso, quadruplo, colpo di sfortuna.

Please follow and like us:

Biografia Jacques Pardi

Jacques Pardi
La laurea in ingegneria gli ha fatto perdere i capelli ma non le tante (troppe?) passioni, dallo sport (soprattutto il Napoli, calcio e basket, ma più che di passione qui parliamo di...malattia), al cinema, dalla musica alle serie tv, fino (inevitabilmente) ai fumetti. La moglie e le due figlie queste passioni spesso le supportano, altrettanto spesso le...sopportano. Un autentico e fiero "nerd partenopeo" insomma, incurante dell'età che avanza, con un sogno nel cassetto: scrivere di quello che ama

Check Also

ALTAFINI: NAPOLI SEMPRE NEL MIO CUORE, I TIFOSI NAPOLETANI TRAVOLGENTI

Così il campione Josè Altafini, premiato  a Castiglion Fiorentino in occasione del XXIV Premio Internazionale …