Siamo andati a vedere “La Vacca” al Nuovo Teatro Sanità

C’è una donna che non si sente bella perché non è formosa e non riceve i giusti complimenti, che ha come unico obiettivo quello di “essere vista”. C’è un uomo che vive nel suo loop quotidiano di riposo e lavoro. E ce n’è un altro che impazzisce per quanto di “materiale” ha perso e che ricerca ossessivamente. Tutti i cliché della vita quotidiana, che ci isolano nelle nostre inquietudini e nei nostri grigiori, sono in scena al Nuovo Teatro Sanità in un cocktail di sorrisi amari e tristi verità.

Perfetto il mix dei tre 3 attori: Vincenzo Antonucci nei panni di Mimmo, Anna De Stefano è Donata e Gennaro Maresca in quelli di Elia. Riescono a mescolare momenti di comicità e ironia a tratti pungente con momenti di profonda inquietudine ed intensità.

Eccezionale il riferimento a “Flashdance” in chiave partenopea sulle note di Nino d’Angelo di una Anna De Stefano che brilla sul palco dal primo all’ultimo minuto, che riesce a trasportare lo spettatore nell’emotività di Donata, nelle sue fragilità ma anche nella sua caparbietà a trovare il modo di “essere intervistata dalla tv” o a far crescere il seno per essere amata, guardata.

Uno spettacolo che fa riflettere: l’ossessività delle nostre paturnie genera mostri che generano violenza, e i protagonisti de “La Vacca” sono vittime dei loro stessi demoni nello scenario di una periferia che – seppur non esplicitamente – è la quarta protagonista in scena e innesca meccanismi di violenza e frustrazione, in un loop di ripetitività delle azioni.

Il tutto ovviamente ha avuto il sapore speciale del ritorno al teatro, agli applausi e alle luci. Insomma andate a vedere “La Vacca” di Elvira Buonocore, non ve ne pentirete.

In scena fino a domenica 17 ottobre.

Per le info sulla stagione del ‘nTS cliccate qui.

Please follow and like us:
fb-share-icon

Biografia Veronica Cardella

Classe 1983, Cancro ascendente Capricorno. Amante della scrittura, dei libri e di tutto quello che fa porre domande. A 9 anni decido di voler fare la giornalista, ma la vita mi ha portato su altri lidi. Non ho abbandonato la passione per la scrittura che provo a coniugare con quella per la lettura e il teatro.

Check Also

AL TEATRO BOLIVAR VA IN SCENA “IO ED EMMA” IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Giovedì 25 novembre, in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne, al teatro …