5 APP PER RITORNARE IN FORMA DOPO LE FESTE… O ALMENO PROVARCI

COSA FARE SE BABBO NATALE, INVECE DEI REGALI, VI HA LASCIATO DELLA… CICCIA!

Allora, avete finito di abbuffarvi e di oziare? Durante queste feste avete mangiato come suini all’ingrasso, la vostra massima attività sportiva è stata il tragitto tavolo-divano-tavolo-letto e ora vi guardare sconsolati allo specchio, molestati dai sensi di colpa? Volete provare a rimettervi in forma senza però dover digiunare fino a quest’estate (o almeno lasciarla come ultimissima possibilità)? Se non volete spendere centinaia di euro in palestra, sia perché sapete che la costanza non è tra i vostri migliori pregi, sia perché la frenesia della vita moderna a volte impedisce di trovare il tempo per frequentarla, ecco alcune app che potrebbero fare al caso vostro.

Piattaforma disponibile per Android, Google Fit aiuta a monitorare l’attività quotidiana, sia essa una semplice passeggiata o una corsa per allenarsi alla maratona. Agisce in background: basta scaricarla, collegarla all’account Google, impostare degli obiettivi e, naturalmente, muoversi. Alla fine della giornata si potranno vedere il numero dei passi effettuati, i km fatti e gli eventuali obiettivi raggiunti. Abilitando il gps si potranno vedere anche i percorsi su mappa, distanza, altitudine sul livello del mare, velocità della camminata, ecc. Si può abbinare a vari smart tracker.

Il corrispettivo per Apple chiamato Apple Healt (iOs Salute), è davvero molto completo, soprattutto se abbinato all’Apple Watch, ha 4 sezioni distinte:

  • attività: mostra l’attività quotidiana, integrando i dati rilevati dall’iPhone (numero dei passi fatti, dei gradini saliti e scesi) e quelli delle altre app fitness utilizzate e dà la motivazione necessaria per incrementarla.

  • Sonno: andare a letto sempre allo stesso orario e dormire un numero adeguato di ore, aiuta la salute psicofisica. I dati raccolti dalla app Orologio o dall’apple watch vengono inviati alla App Salute, mostrando la qualità e durata del sonno

  • mindfulness: anche trovare il tempo per rilassarsi e liberare la mente è utile per liberarsi dallo stress e vivere meglio.

  • Alimentazione: naturalmente, se si vuole perdere qualche chilo di troppo, bisogna monitorare anche l’assunzione di cibo, oltre che fare attività fisica. Con questa funzione, si può tener nota accuratamente degli alimenti consumati.

Una della app per il fitness più popolare, sfrutta il Gps dello smartphone per raccogliere autonomamente informazioni sull’attività sportiva praticata. È inoltre dotata di un allenatore virtuale che spinge a migliorare i tempi e invia messaggi incoraggianti. Si può impostare per monitorare passeggiate, bicicletta , canottaggio, sci e altri sport di spostamento in un percorso. Si possono stabilire degli obiettivi, guardare i progressi e condividerli con altri utilizzatori.

App molto famosa, integrata con Facebook, viene sfruttata soprattutto per gli sport di movimento all’aria aperta, come corsa, bicicletta, trekking. Si basa sul Gps per monitorare i percorsi, i chilometri fatti e i tempi. È dotato di allenatore virtuale e obiettivi e si può ascoltare la propria musica preferita mentre ci si allena. Successivamente si possono condividere foto e risultati ottenuti con gli amici sui social (Facebook, Google+ e Twitter) e ottenere incoraggiamenti e nuove sfide.

Se volete sfidare voi stessi e vedere risultati significativi in breve tempo (purché vi applichiate… NO, non basta averla sul cellulare!), potete scaricare  Sfida fitness 30 giorni, che come dice il nome, promette il miracolo in un mesetto. Disponibile per Android e iOS, è gratuita e senza bisogno di alcuna registrazione, ma dovrete sopportare i molto discreti banner pubblicitari. Una volta scaricata, potrete scegliere quali parti del corpo allenare: tutto, addome, glutei, braccia o gambe seguendo le istruzioni della voce guida. Completato l’allenamento basterà cliccare su Salva, per poter salvare i progressi e segnarli nel calendario dell’app.

Quindi, ora non avete più scuse. Mettete giù quella fetta di panettone e prendete in mano il cellulare: la prova costume è alle porte.

Please follow and like us:

Biografia Maggie Lee

Maggie Lee
Anche se non sembra sono nata a Milano, ma sono di origini siculo-calabresi: da lì derivano i miei colori poco “nordici”. Sono laureata in Psicologia e sto frequentando la magistrale. I miei amici sostengono che ho un sesto senso innato per capire le persone, soprattutto quelle cattive, cosa che talvolta è più una maledizione che un dono. Cerco di interessarmi a po' di tutto, ho una passione per Wikipedia e mi diletto di cucina e fai da te. Sono il tuttofare tecnologico della famiglia, per qualsiasi cosa abbia dei pulsanti o, ultimamente, uno schermo touch. Amo le tecnologie semplici che semplificano la vita. Viaggio parecchio per amore, i mezzi di trasporto tedeschi non hanno più segreti per me, adoro la loro puntualità, ma odio la loro mancanza di elasticità e, naturalmente, la maggior parte del loro cibo.

Check Also

Kaspersky: TikTok può contribuire all’istruzione di bambini e ragazzi. I ricercatori di Kaspersky spiegano come

Molti aspetti importanti della nostra vita si sono spostati dal mondo reale a quello digitale. …