Consigli per un Natale esagerato!

jingle bells…. jingle bells…….

Wow settimana natalizia.!!! Che bello……Tutti più buoni. Io no.

Aprite la finestra di casa e respirate a pieni polmoni,tra lo smog e l’aria fredda  c’è anche un’ essenza  nuova ,natale è nell’aria,nelle case ,nelle strade e nei negozi,ma  non ovunque,solo dove ci sono i soldi.Cosa si fa a natale? Si fanno i regali… i pensierini.sciocchezzuole,cazzatine,cosucce, come volete.

Si, vero il natale è una festa religiosa, il presepe rappresenta la famiglia tradizionale, oggi grazie agli enormi passi avanti fatti dalla legge, esiste anche il presepe” rainbow” con due madonne e due s. giuseppe, il bambinello è nero, i re magi sono tre trans con tre enormi “pacchi” dono.Credeteci.

Dicevo, i problemi fondamentali a cui dobbiamo tener testa a natale sono due: uno è sbrogliare le lucettine dell’albero senza romperle e l ’altro sono i regali.

Non avete idee? Beh ci sono io apposta, vi farò fare una bellissima figura senza ripiegare sui tre cardini natalizi da evitare in materia di regali: Calzini, sciarpe e dopobarba. No way.

Allora cosa comprare: Prima di tutto a chi? A chi vogliamo bene.Ovvio.

Genitori, Figli, nonne,amici stretti, fidanzati.Ad ognuno il suo….

Mamma e papà: Per loro direi di applicarci parecchio, due biglietti per assistere ad uno spettacolo teatrale, non c’è bisogno di prendere la prima fila che costa un botto. Scegliete uno spettacolo comico che piace a tutti. Non sempre i regali materiali “restano “davvero, una serata  offerta dai figli è motivo anche di soddisfazione per un genitore. Importante il bigliettino che accompagna il regalo ,se avete due mamme o due papà è uguale va bene lo stesso, magari con due papà forse è meglio un musical…

Gli amici. Qui è un po difficile,andare alla cieca direi di no. Dipende da che” circuito” provengono. D’infanzia ,della palestra? Le cover per il cellulare, costano davvero poco  e sono carine.

Figli? Difficilissimo. Fatevi dire esattamente cosa vogliono senza troppi fronzoli, altrimenti optate per una bella busta con dei soldini. Ovvio nei limiti delle possibilità economiche , se potete permettervi di acquistarte l’ultimo telefonino a settecento euro allora ottimo,compratemelo anche a me .Grazie.

Nonni. Qui facile.I nonni hanno il cuore tenero. Qualsiasi cosa andrà bene se regalata  dai nipoti,la mia idea  è un po datata ma un calendario con  le vostre foto da appendere fatto confezionare dal fotografo va benissimo.Io ho una nonna di novantanove anni e qualsiasi cosa le porto è sempre contenta ,perché gliel’ho regalata io, non per l’oggetto in se. I nonni vogliono attenzioni. Come i cani.

Fidanzati.Tasto dolente. Qui dipende da quanto tempo ci si conosce.Se un fidanzamento” fresco” e volete fare colpo allora sbizzarritevi, il regalo a natale è un po un biglietto da visita… Per favore, non fare quelle cose tipo cuscini con le foto o cuoricini, quelli fanno venire i diabete a chiunque e poi in caso di litigio è la prima cosa che verrà distrutta.Se il fidanzamento  va avanti da parecchio allora non c’è bisogno del mio parere.Vi conoscete già  alla perfezione.

Detto questo vi do un consiglio in generale,regalate libri a chiunque. Un libro arricchisce, fa bella mostra in libreria e non costa nemmeno tanto. Si possono accontentare tutti, diffidate da chi non legge. Significa che non ha nulla da dire.Ovvio che, in questo caso, vi invito a regalare il mio libro “la pecora rosa”,questa rubrica ha lo stesso nome apposta.In un solo negozio risolvete tutte le spese.

Se uscite per fare compere scegliete anche i piccoli negozi, gli artigiani,i negozi equo- solidali, non solo i megastore, cercando di far guadagnare un po a tutti. Si lo so che online o nei centri commerciali si fa presto, ma almeno, se dobbiamo spendere, cerchiamo di distribuire i soldi un po a tutti.

Infine ,c’è sempre l ‘arte del riciclo. Attenti che la figuraccia è dietro l’angolo.Va bene per le bottiglie di liquore  o per il pacco zuccherò-caffè.

A natale va bene il ” pensiero”, si dice… BENE ,”a tutti quelli a cui devo fare un regalo vi dico che vi sto pensando”.Finito!!.. siete soddisfatti del mio pensiero ?

jingle bells…. jingle bells…….

Please follow and like us:

Biografia Carlo Kik Ditto

Carlo Kik Ditto
Autore dei romanzi "La pecora Rosa"e "Crazy Bear Love" e "A Destra dell'Arcobaleno" e giornalista,Carlo Ditto con la sua ironia e il suo tono sempre sopra le righe,riesce a raccontare in modo davvero unico,la quotidianetà.Nella sua rubrica "L'angolo della Pecora Rosa",accompagnerà i nostri lettori nel mondo LGBT.

Check Also

Antonio Bracco, chef con un pizzico di LGBT

Antonio Bracco, pugliese di Barletta classe ’78 è uno dei partecipanti al Contest Food Lovers, …