A Ballando con le stelle la polemica sul non voto

Ogni sabato per milioni di telespettatori lo show di RAI uno “Ballando con le stelle” è un appuntamento irrinunciabile. Balli e musica riempiono il sabato sera di tanti italiani.
Va in onda da anni ed a visto sfilare tanti artisti, noti e non, cimentarsi in balli di ogni tipo. Lo show si è evoluto nel corso del tempo, ha ospitato nelle ultime edizioni artisti di qualsiasi genere, anche sportivi paraolimpici, tutti se la sono cavata egregiamente ed il pubblico ha premiato la trasmissione con ottimi ascolti.
Quest’anno come sempre è stato reso noto il cast dei ballerini dell’edizione 2018, Giovanni Ciacci è uno di loro, conosciuto per il programma della Balivo “Detto Fatto”; è il signore con le giacche sgargianti che da consigli di stile all’interno del programma .. la scelta che lo contraddistingue è che balla con un altro uomo, (dance same sex), il suo partner è Raimondo Todaro.
Coraggio enorme della rai che tempo fa ha oscurato il bacio gay del film Brokeback Mountain, ora mette in uno show di punta una coppia di ballerini uomo/uomo, sembra una presa di posizione chiara dell’ azienda a favore della diversità, lo show inizia a ridosso delle ultime elezioni politiche, dove spesso si è minacciato di abolire le unioni civili. Quindi, con questa scelta, da spettatore vedo la Rai proteggere ed appoggiare a fatti concreti i gay.


Lo show inizia e già dalla prima puntata fioccano le polemiche, ce le dovevamo aspettare?
Il primo è Mario Adinolfi già durante la prima puntata si era “tozzato” tramite social con Selvaggia Lucarelli, nel cast come giudice, definendo la coppia Todato- Ciacci “ imbarazzante”, che “il ballo è uomo e donna” e che “non è naturale”, solite menate del Presidente nazionale della famiglia. Adinolfi si commenta da solo, è noto per essere un omofobo da premio oscar.
Lo show continua e sabato scorso altro colpo basso, Ivan Zazzaroni, in giuria, ha dato alla coppia voto zero, cosi facendo ha reso palese la sua idea del ballo solo uomo /donna. Ma dico, caro Ivan, hai visto il cast prima o no? Se non ti piaceva l’idea non accettavi di fare il giudice, e la rai poteva pensare a giudici più “mentalmente aperti” di te. Fabio Canino giurato gay dichiarato, per bilanciare lo zero ha dato loro dieci.


Milly Carlucci, la conduttrice, per il ruolo istituzionale che incarna non ha replicato, ha lasciato cadere la cosa rimanendo impeccabile.
E’andato in scena il solito accanimento a scoppio ritardato. E’ una valida occasione per spiegare ai bambini la diversità. La Rai ha fatto una gran cosa e deve tener testa alle provocazioni, se dovesse mollare appoggerebbe il comportamento omofobo di Zazzaroni e darebbe ai telespettatori il messaggio errato di aver fatto uno sbaglio di scelta facendo ballare due uomini in coppia.
Si è espresso il neo eletto Tommaso Cerno del PD, offrendosi di ballare con il giurato e spiegando che Il ballo tra due uomini ha origini antichissime.
Mi domando io, lo sconcerto che attanaglia Adinolfi , Zazzaroni e chi per loro, è: che sono due uomini o che uno dei due è gay? Tempo fa si sono esibiti sempre a “ballando” due uomini, Martin Castrogiovanni e Simone Montedoro e nessuno ha gridato allo scandalo. Rifletteteci.

Zazzaroni, balla fino alla porta di uscita…..

Please follow and like us:

Biografia Carlo Kik Ditto

Carlo Kik Ditto
Autore dei romanzi "La pecora Rosa"e "Crazy Bear Love" e "A Destra dell'Arcobaleno" e giornalista,Carlo Ditto con la sua ironia e il suo tono sempre sopra le righe,riesce a raccontare in modo davvero unico,la quotidianetà.Nella sua rubrica "L'angolo della Pecora Rosa",accompagnerà i nostri lettori nel mondo LGBT.

Check Also

Creatable World Doll La prima “gender”doll

All are welcome… Tutti sono i benvenuti… E’ così che il nuovo rivoluzionario gioco della …