Lampada di Wood in Veterinaria

Spesso in ambito umano si sente parlare di “Lampada di Wood”, si tratta di uno strumento inventato nel 1935 dal fisico Robert Williams Wood.

È costituita da una speciale lampada il cui tubo di vetro attraverso ossidi metallici emette una colorazione viola; proprio come le più famose lampade abbronzanti produce una luce invisibile all’occhio umano “ultravioletta” detta anche “luce nera” ed una minima parte di radiazioni visibili nella banda del blu e del viola.

Oltre all’uso dermatologico, viene utilizzata in numerosi ambiti, come ad esempio per individuare la filigrana delle banconote.

Le lampade di Wood più moderne, maneggevoli e portatili usate in ambito medico emettono una luce non ionizzante la cui lunghezza d’onda è compresa tra i 340nm ed i 420nm.

Nel caso delle problematiche della pelle come, ad esempio, le micosi, può rivelarsi fondamentale; infatti può costituire un test economico, rapido e non invasivo.

Infatti qualora, ad esempio, il nostro gatto avesse la “tigna” vedremo una colorazione fluorescente verdastra sulla zona interessata, o se il nostro cane avesse la malassezia la colorazione sarebbe di un brillante giallo oro.

Essendo, in particolare, le micosi, malattie che colpiscono sia i nostri migliori amici che noi esseri umani è fondamentale individuarle per tempo per evitarne il contagio e la diffusione, infatti possono essere altamente infettanti sia per contagio diretto che tramite ambiente ed oggetti, chiaramente su soggetti il cui sistema immunitario è debole o compromesso il contagio avviene molto velocemente e più facilmente.

Solitamente le micosi sui nostri animali si localizzano su testa, orecchie e zampe anteriori, creano fastidio, prurito e zone alopeciche, quando il pelo esposto al “dermatofito” viene illuminato crea una fluorescenza, ma attenzione, non tutti i “dermatofiti” inducono fluorescenza, pertanto, come sempre, affidatevi alla conoscenza ed all’esperienza del vostro medico veterinario!

Please follow and like us:
fb-share-icon

Biografia Nicoletta Gammieri

Nasce a Napoli il 29 agosto 1984, frequenta l'Università di Medicina Veterinaria, ma la lascia per seguire nel 2006 la sua vera strada “gli Interventi Assistiti con gli Animali”diventando coadiutore del gatto e del coniglio, del cane e dell'asino. Si Forma come Educatrice Cinofila. Partecipa a numerosi progetti in strutture socio-sanitarie: Scuole, Carceri, Ospedali, Case Famiglia. A gennaio 2014 apre un negozio di Mangimi ed Accessori per gli Animali, Il Bianconiglio (totalmente contrario alla vendita di animali).

Check Also

Neritina: le lumache d’acqua.

Sempre più spesso gli acquari degli appassionati vengono animati dalle splendide lumache dal guscio “zebrato” …