NAPOLI, COSTA CARA L’ASSENZA DI RICH: TRENTO VINCE AL PALABARBUTO ED E’ TERZA

GeVi Napoli – Dolomiti Energia Trentino 72-81 (20-30; 35-46; 52-59)

Cade dopo 5 vittorie consecutive la GeVi Napoli, che perde lo spareggio per il terzo posto contro un’ottima Dolomiti Energia Trento, brava a capitalizzare l’avvio svogliato degli azzurri.

Sacripanti è costretto a rinunciare in extremis a Rich, risultato positivo al covid dall’ultimo tampone svolto in mattinata, e schiera in quintetto Velicka e Pargo, insieme a Parks, Mc Duffie e Lynch.

Coach Molin lancia dall’inizio Williams, Reynolds, Caroline, Saunders e Flaccadori.

Trento parte a razzo, e complici tre perse consecutive di Velicka vola sullo 0-8 grazie a Williams e Caroline, costringendo Sacripanti ad un timeut immediato.

Pargo e Lyncg provano a scuotere Napoli, ma Caroline è implacabile, e firma la tripla del +11 (7-18) a metà parziale; Sacripanti prova a stringere le maglie difensive inserendo Uglietti e Lombardi, ma la fortunosa tripla di tabellone di Reynolds tiene gli azzurri a distanza (14-23).

Pargo fa pentole e coperchi in attacco, ma gli azzurri subiscono troppo nella loro metà campo, concedendo l’enormità di 30 punti in un quarto: si arriva al primo intervallo con gli ospiti avanti di 10 (20-30).

Sacripanti pesca ancora dalla panchina per provare ad invertire la tendenza, inserendo Marini e Zerini: la GeVi inizia finalmente a difendere, ma si accontenta troppo del tiro da 3 in attacco, restando a distanza dagli ospiti (28-41).

Napoli si disunisce, concedendo molto anche a rimbalzo, e Trento dilaga: Caroline segna il libero del +16 (28-44) a 3′ dall’intervallo lungo; Velicka e McDuffie provano a guidare la reazione partenopea firmando un 5-0 che consente alla GeVi di limitare i danni, chiudendo il primo tempo sotto 35-46.

Napoli torna sul parquet con un’altra energia, e nonostante qualche scelta frettolosa in attacco, torna sul -7 con il gioco da 3 punti di Parks (40-47); una sanguinosa persa di Pargo toglie a Napoli l’inerzia della partita, e Trento riallunga sul +12 (43-55) con Sacripanti costretto nuovamente alla sospensione.

Velicka e Parks provano nuovamente a suonare la carica, riportando Napoli sul -5 (52-57) con un break di 8-0, ma il canestro di Ladurner manda le due squadre all’ultimo intervallo sul 52-59.

L’inizio dell’ultimo quarto è vibrante, con le difese che salgono ancora di colpi: Reynolds e Saunders piazzano però due splendidi canestri, Zerini prova a tenere a galla Napoli, ma a metà parziale gli ospiti sono ancora avanti in doppia cifra (58- 71).

Lo 0-2 di Pargo ai liberi ed il canestro in 5 contro 3 di Bradford chiudono di fatto l’incontro a 3′ dalla sirena finale, e a nulla vale la disperata rimonta finale degli azzurri: Trento vince 72-81 e si issa in solitaria al terzo posto.

Alla GeVi non sono bastati i 15 punti di Pargo, peraltro tutti nel primo quarto, ed i 13 di Velicka, mentre nella Dolomiti Energia spiccano le ottime prestazioni di Reynolds (17), Caroline (13) e Saunders (12) oltre che del solito Flaccadori.

La GeVi proverà a rifarsi la prossima settimana sul difficilissimo parquet del Taliercio contro la Reyer Venezia, sperando che Rich torni a disposizione e che questo maledetto Covid non tolga altri uomini agli azzurri.

Please follow and like us:
fb-share-icon

Biografia Jacques Pardi

La laurea in ingegneria gli ha fatto perdere i capelli ma non le tante (troppe?) passioni, dallo sport (soprattutto il Napoli, calcio e basket, ma più che di passione qui parliamo di...malattia), al cinema, dalla musica alle serie tv, fino (inevitabilmente) ai fumetti. La moglie e le due figlie queste passioni spesso le supportano, altrettanto spesso le...sopportano. Un autentico e fiero "nerd partenopeo" insomma, incurante dell'età che avanza, con un sogno nel cassetto: scrivere di quello che ama

Check Also

SPORTING CLUB SAN FRANCESCO

Per il club Padel di Chiaiano il nostro giudizio è estremamente positivo, tra tutti quelli …