NAPOLI FEMMINILE, IL CUORE NON BASTA: ALTRA SCONFITTA, COL MILAN SFIORATA LA RIMONTA

NAPOLI-MILAN 1-2

NAPOLI (4-4-2): Perez; Capparelli (dal 34’ s.t. Jacynta), Jansen, Huynh, Oliviero; Hjohlman (dal 27’ st Cameron), Nencioni, Kubassova (dal 12’ st Beil), Nocchi; Goldoni, Popadinova (Franco, Franchetto, El Bastali, Catalano, Gallo, Di Marino). All. Marino
MILAN (3-5-2) Korenciova; Vitale, Agard, Fusetti; Rizza, Jane, Rask (dal 41’ s.t. Spinelli), Grimshaw, Tucceri; Rinaldi (dal 23’ st Dowie), Giacinti
(Piazza, Bergamaschi, Kulis, Morleo, Nano, Mauri, Simic). All.: Ganz
Arbitro: Galipò di Firenze (Mittica-Gregorio)
Marcatori: Giacinti (M) rig. 14’ pt e 10’ st, Goldoni (N) 39’ st
Espulsa Vitale (M) al 38’ s.t. per doppia ammonizione.
Ammoniti: Popadinova (N), Vitale (M)
Note: si è giocato a porte chiuse. Rec.: 1’ pt., 4’ s.t.

Tanto cuore, tanta determinazione, tanta grinta ma il Napoli incassa l’ennesima sconfitta per mano di un Milan che però ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per portare a casa il due ad uno finale.

Cinque indisponibili causa Covid-19, Cafferata squalificata e due settimane difficili per via del virus che ha colpito ben sette calciatrici, il Napoli Femminile è arrivato al cospetto del Milan senza nulla da perdere e senza punti in classifica (complice lo 0-3 a tavolino contro l’Inter dopo il pareggio sul campo ottenuto nell’ultima uscita interna). Marino ha dovuto portare in panchina cinque Primavera ed ha optato per un 4-4-2 offensivo.
Di contro Maurizio Ganz si è affidato all’esperienza lì davanti dell’ex di turno Giacinti (omaggiata a nome del Napoli Femminile prima della partita da capitan Di Marino con un pallone celebrativo sul quale sono impresse le icone e i luoghi più significativi di Napoli). Equilibrio in avvio, con due conclusioni a da parte delle rossonere con Tucceri (alto) e Giacinti (miracolosa Perez). Al 14’ rigore per le ospiti per un presunto mani in barriera di Kubassova su punizione di Tucceri: penalty dubbio che Giacinti trasformava sicura. Reazione Napoli con un mancino impreciso di Nencioni ma al 41’ clamorosa doppia occasione per Giacinti sola davanti a Perez che si oppone alla Garella (di piede prima e con la mano aperta poi).
Parte fortissimo il Milan nella ripresa – complice il calo del Napoli a corto di allenamenti causa Covid – ma non sfondava perché il colpo di testa di Vitale trovava Kubassova sulla linea, il destro di Rask esaltava Perez (la migliore delle azzurre) e poi veniva annullato un gol a Rinaldi per un evidente fuorigioco. Il raddoppio arrivava puntuale al 10’ sempre con Giacinti, che – dopo una lunga mischia in area – ribadiva in rete un destro sporco di Rask. Al 29’ squillo del Napoli con Oliviero, che rientra e calcia con il destro ma non trova l’angolo. Al 38’ rigore per il Napoli su cross di Jacynta e strattonata di Vitale (secondo giallo per lei) su Goldoni, che dal dischetto trasformava. Uno-due e Milan in dieci. Assalto finale tutto cuore del Napoli che però non produceva gli effetti sperati.

Please follow and like us:

Biografia Jacques Pardi

Jacques Pardi
La laurea in ingegneria gli ha fatto perdere i capelli ma non le tante (troppe?) passioni, dallo sport (soprattutto il Napoli, calcio e basket, ma più che di passione qui parliamo di...malattia), al cinema, dalla musica alle serie tv, fino (inevitabilmente) ai fumetti. La moglie e le due figlie queste passioni spesso le supportano, altrettanto spesso le...sopportano. Un autentico e fiero "nerd partenopeo" insomma, incurante dell'età che avanza, con un sogno nel cassetto: scrivere di quello che ama

Check Also

Fabian-Victor: il Napoli va ma in testa vincono tutte.

Atteso dal riscatto dopo la sconfitta del recupero allo Stadium, il Napoli non si fa …