giovedì , 21 Marzo 2019
Cucina per te

Pasta e Fagioli con la Cotica

 

“…i fagioli sono saporosi… ma…sò nu poco scostumati!” …ecco come Don Felice Sciosciammocca, celebre personaggio del teatro napoletano creato da Eduardo Scarpetta, a proposito della pasta e fagioli, definisce questi ultimi nella commedia teatrale ’O SCARFALIETTO scritta dallo stesso Eduardo Scarpetta nel 1881, sottolineando la loro ben nota peculiarità di produrre “gas intestinali”. Ciò nonostante la pasta e fagioli è un piatto a cui non si può rinunciare per molteplici motivi tra cui non ultimo la bontà!
Innanzitutto per ciò che concerne gli aspetti nutrizionali rappresenta un pasto completo grazie all’abbinamento dei legumi con la pasta. Legumi e Pasta sono due prodotti complementari da un punto di vista nutrizionale poiché l’uno garantisce un buon apporto di amminoacidi essenziali (molecole organiche che costituiscono le proteine) carenti nell’altro conferendo al piatto un alto valore biologico. Per questo motivo in un regime alimentare vegano ad esempio, la ricetta della pasta e fagioli è molto utile. Altra importante qualità di questo piatto è che i fagioli contengono lecitina, un fosfolipide che aiuta a ridurre il livello di colesterolo nel sangue, inoltre sono ricchi di fibre che stimolano il metabolismo producendo senso di sazietà.
La pasta e fagioli è un piatto tipico della cucina italiana che presenta piccole varianti regionali relative agli ingredienti utilizzati ed ai processi di preparazione. Pertanto a seconda di dove vi trovate potrete mangiare una pasta e fagioli più brodosa oppure più asciutta e cremosa, preparata “in bianco” o “in rosso” ossia con l’aggiunta di pomodorini, insaporita con cotiche, osso di prosciutto o pancetta a dadini, condita con olio extra vergine di oliva oppure con lardo. Anche il tipo di pasta rappresenta una variante. Infatti c’è chi utilizza la pasta di semola e chi la pasta all’uovo, chi utilizza la pasta fresca e chi la pasta secca, chi preferisce la pasta corta e chi la pasta lunga appositamente spezzata.

La ricetta che vi propongo è semplice e tende ad esaltare il delizioso sapore dei fagioli. Gli ingredienti per preparala sono i seguenti :

Per 3 persone:

  • 400g di Fagioli Cannellini
  • 1 Spicchio d’Aglio
  • Olio Extravergine di Oliva q.b.
  • Basilico q.b.
  • Sedano q.b.
  • 5-6 Pomodori Piccadilly
  • 300g Mafaldine
  • Cotica di prosciutto q.b.

Per la procedura seguite la video ricetta. Sono sicura che anche voi come Luca Cupiello, celebre protagonista della famosissima commedia “Natale in Casa Cupiello” scritta da Eduardo De Filippo nel 1931, non resisterete alla tentazione di questo piatto! … … …
“Luca Cupiello: Concetta prese sonno. Io mi alzai e iètti rinto a cucina pecchè io lo saccio che quànno si fanno i fagioli ca’ pasta rinto a casa mia si fanno che bastano per tre giorni, perchè ci piacciono scarfati poi ancora freddi… a’ sera freddi… pe’ merenna, si fanno anche pe’ merenna!… iètti rinto a cucina, m’assettaje vicino ‘o tavulino.. mi pigliai ‘o cucchiaio, mi tirai la zuppiera: …”bella vieni, vieni!” …e drunghete e dranghete (fa il gesto di mettere in bocca cucchiaiate di fagioli) e drunghete e dranghete, e drunghete e dranghete, me mangiaje tutta a pasta ‘e fagioli! …o juòrno a press non tenevo neanche un poco di febbre!…me scetaje frisco frisco …o’ vero Cuncè, comme me scetaje?
Concetta: Frisco frisco! frisco…

Luca Cupiello: Venette o scienziato e disse: Sentite, questo deve mangiare i fagioli sempre!! … che ciuccio!!… “

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Giovanna De Sangro

Giovanna De Sangro
Food blogger italiana da sempre appassionata di cucina e scienze dell’alimentazione. Diplomata “Economa Dietista” e specializza come “Tecnico Esperto del Settore Agro-Alimentare”, è fondatrice del sito internet e video blog “Cucina per Te”. Un nuovo portale culinario dedicato a tutti gli amanti del “mangiar bene” e rivolto sia a chi è alle prime armi in cucina che agli esperti del settore.

Check Also

Cucina per te

Un insolito mazzolino!

Un insolito mazzolino …per omaggiare la primavera! “Quel mazzolin di fiori che vien dalla montagna …