Cani e Microchip

Sembra assurdo nel 2021 dover ancora insistere affinché venga messo il microchip ai cani, come se non fosse un nostro dovere.

Ricordiamo che ai sensi della Legge Quadro n°281/91 e n°3/2019 è obbligatorio registrare all’Anagrafe Canina della Regione Campania entro i 30 giorni dalla nascita o entro i 15 giorni dall’inizio del possesso del cane.

Registrando il cane con tutti i suoi dati e l’anagrafica del compagno umano, il padrone, ne diviene intestatario e responsabile.

Il microchip, inserito con una semplice siringa nel sottocute nell’area del collo, in genere nei pressi della spalla sinistra contiene un codice numerico di 15 cifre.

Questa tecnologia sostituisce ormai da decenni l’obsoleto “tatuaggio” nel tentativo di combattere il fenomeno dell’abbandono ed arginare quello del randagismo.

Nel momento dell’iscrizione viene consegnato un documento che dovrà accompagnare il cane per tutta la sua vita, fino alla sua morte con uno smaltimento certificato ed autorizzato.

Il microchip può essere inserito gratuitamente dalle AASSLL o a pagamento presso i veterinari accreditati.

All’Anagrafe va comunicato ogni cambiamento o variazione: residenza, passaggio di proprietà, smarrimento, decesso.

Per intestarsi un cane basta poco: il documento di identità ed il codice fiscale.

Se state pensando di non registrare il vostro beniamino, sappiate che, come anticipato, non è una scelta “opzionale”, ma un obbligo che, se non rispettato, viene punito con una sanzione di 200 euro.

A Napoli per rendere più veloce ed agevole la “microchippatura”, la ASL spesso organizza giornate o partecipa ad eventi con delle unità mobili presso le quali è possibile eseguire queste procedure totalmente gratuitamente in un furgoncino.

A tal proposito ricordiamo l’evento di venerdì 21 maggio presso Piazza San Vitale (Fuorigrotta) organizzato da Francesco Sollo patrocinato dalla X Municipalità con la presenza della ASL e del Servizio d’Ordine della Protezione Civile.

Si tratterà di due ore, dalle 16 alle 18, dove potersi confrontare con i medici veterinari del servizio ASL e poter ricevere campioncini omaggio dal negozio Il Bianconiglio.

Ricordiamo che grazie al microchip qualora per un qualunque motivo smarriste il vostro migliore amico questo grazie al lettore di un veterinario può ritrovarvi, lo stesso dicasi nel caso in cui trovaste un cane incustodito, basterà rivolgervi alla ASL o al vostro veterinario e qualora provvisto di microchip verrà rintracciata la sua famiglia.

Please follow and like us:

Biografia Nicoletta Gammieri

Nasce a Napoli il 29 agosto 1984, frequenta l'Università di Medicina Veterinaria, ma la lascia per seguire nel 2006 la sua vera strada “gli Interventi Assistiti con gli Animali”diventando coadiutore del gatto e del coniglio, del cane e dell'asino. Si Forma come Educatrice Cinofila. Partecipa a numerosi progetti in strutture socio-sanitarie: Scuole, Carceri, Ospedali, Case Famiglia. A gennaio 2014 apre un negozio di Mangimi ed Accessori per gli Animali, Il Bianconiglio (totalmente contrario alla vendita di animali).

Check Also

Ipocrisia specista: rimossa la statua della “porchetta” perché coperta di vernice rossa

In piazza San Giovanni della Malva, a Trastevere, una decina di giorni fa è comparsa …