Come creare video Reel coinvolgenti per valorizzare il proprio talento? Ecco i consigli di Wiko ed Evita Stork

Una delle tendenze social più in voga nel 2021 sono i Reel. Si tratta di brevi clip video di 15 secondi registrabili direttamente dal social network che ne offre il servizio e facilmente editabili con effetti, audio e strumenti creativi, prima di condividerli con i propri amici. Ideali per coinvolgere e divertire i follower a ritmo delle ultime hit o a colpi di sfide social, i Reel sono diventati in breve tempo lo strumento ideale per valorizzare il talento di cantanti e ballerini e, perché no, diventare virali.

A poco più di un mese dall’inizio della loro collaborazione social, Wiko – brand di telefonia franco-cinese da sempre osservatore dei digital trend ed amplificatore di talenti emergenti – ed Evita Stork – ballerina hip hop, coreografa e cantante – hanno deciso di stilare una guida pratica per insegnare a tutti gli utenti (anche ai meno “social-addicted”) come mettere in risalto il proprio talento servendosi soltanto dello smartphone e dei Reel.

Evita, insieme al suo gruppo Les Flames, nato durante il primo lockdown (non a caso il primo singolo di si intitola “Quarantena”), è una tra le personalità più autorevoli a rilasciare simili consigli, avendo costruito il suo successo proprio grazie all’uso del telefonino, in un periodo in cui era permessa solo l’interazione digitale.

Con oltre 80mila follower su Instagram, Evita è molto seguita nel suo ambiente, quello della street dance, ed è apprezzata anche all’estero. Ha consolidato la sua fama in pochissimi mesi senza cedere a cliché e a compromessi, ma semplicemente mostrando le sue abilità e il suo talento, i momenti di collaborazione con le altre crew e senza il timore di trasmettere messaggi aperti ed inclusivi. La protagonista dei suoi post, reel e story è solo lei: la danza! Quel collante sociale che, come lei stessa afferma, “accetta chiunque ne voglia fare parte e nonostante i difetti e le disuguaglianze, rappresenta una grande community”.

In linea con l’obiettivo di Wiko, che da sempre cerca di dare voce a giovani talenti emergenti, Evita condivide alcuni preziosi consigli – semplici, ma efficaci – per realizzare Reel che sappiano dare risalto alle proprie abilità, qualsiasi esse siano:

Scegliere una location minimal e di impatto. Per far sì che il proprio talento spicchi in qualsiasi setting, è fondamentale girare i Reel in luoghi dai colori neutri, con palazzi bianchi sullo sfondo o dove grattacieli e vetrate la fanno da padroni. Per gli amanti della street dance come Evita, il contesto metropolitano dove cemento, vetro e metallo si incontrano è l’ideale per immergersi nel giusto “urban mood”.

Privilegiare un’inquadratura dal basso e inclinata, che metta al centro la figura regalando movimento alla clip. È importante che l’obiettivo catturi la figura completa, che deve rimanere centrale ai lati, sopra e sotto. Perché i piedi non siano coperti dalla caption del video, inoltre, è consigliabile inclinare il telefono offrendo ulteriore dinamicità al Reel, per un effetto ancora più creativo. Una soluzione semplice può essere quella di posizionare lo smartphone a terra appoggiandolo a un altro oggetto, come una bottiglia d’acqua, perché resti in piedi e inquadri il soggetto per intero.
Utilizzare la lente principale dello smartphone, per Reel più nitidi, da veri professionisti. È sempre meglio privilegiare la fotocamera posteriore degli smartphone, di solito più performante di quella frontale, come nel caso di quella supportata dal Wiko Power U30, dove 13MP lavorano al fianco di un obiettivo AI aggiuntivo per gestire automaticamente la luce ambientale e supportare il sensore principale con l’Auto Scene Detection, così da ottenere video e immagini più nitide anche in condizioni di scarsa luminosità.
Posizionarsi a seconda dell’illuminazione dell’ambiente. Per sentirsi e sembrare delle vere star, è necessario riprendersi in modo tale che il viso sia sempre rivolto verso il sole. Quale migliore riflettore per stare al centro della scena?

Prepararsi in anticipo e provare la performance più volte, proprio come se si andasse in scena su un vero palco. I follower sono dei veri e propri spettatori e proprio come in un’arena o in un teatro, per ottenere standing ovation in forma di like e condivisioni, il performer deve offrire uno spettacolo impeccabile. È fondamentale non perdere il ritmo, conoscere già la struttura dell’esibizione a memoria, che si tratti di coreografia o di musica, e affidarsi ai giusti strumenti tecnologici e creativi per completare l’opera. Gli speaker portatili WiShake Vibes di Wiko, ad esempio, offrono un ottimo suono stereo a 360°, bassi profondi e alti chiari, perfetti per creare la giusta atmosfera.

Il consiglio più prezioso da tenere sempre a mente secondo Evita, comunque, resta uno: mostrarsi sempre sicuri di sé! “Non smetterò mai di ripetere quanto la fiducia in sé stessi e la passione per ciò che si fa siano importanti per dare visibilità al proprio talento”.

Cosa state aspettando, allora? Smartphone alla mano e…ciak, si gira!

WIKO
Wiko SAS è stata fondata nel 2011 a Marsiglia in Francia. Oggi opera in oltre 30 Paesi in tutto il mondo, entrando tra i marchi top di smartphone in Europa. Forte del suo successo nel mercato europeo, l’azienda è in crescita nel mercato internazionale in Asia, Africa, Medio Oriente e ora negli Stati Uniti. È membro di French Tech, un’agenzia governativa che promuove l’innovazione e la creazione digitale. Wiko è parte di Tinno Mobile Technology Corp., l’innovativa azienda specializzata nello sviluppo e nella produzione di smartphone, fondata nel giugno 2005 a Shenzhen, in Cina. Il gruppo oggi ha 7 centri di ricerca e sviluppo e 3 siti di produzione che rappresentano 300.000 metri quadrati di area industriale. Tinno conta ora circa 4.000 dipendenti in tutto il mondo.

Please follow and like us:
fb-share-icon

Biografia Danilo Battista

Appassionato sin da piccolo della cultura giapponese, è stato rapito tanti anni fa da Goldrake e portato su Vega. Tornato sulla Terra la sua viscerale passione per l'universo nipponico l'ha portato nel corso degli anni a conoscere ed amare ogni sfumatura della cultura del Sol Levante. Su Senzalinea ha cominciato a scrivere di tecnologia e di cosplay. Da diverso tempo gestisce la sezione "Nerdangolo" ma ha promesso che un giorno, neanche tanto lontano, tornerà su Vega...

Check Also

UN DICEMBRE RICCO DI FESTEGGIAMENTI CON BUON ANNIVERSARIO, AMELIA!

Si celebrano i 60 anni dalla prima apparizione della strega più amata con una storia …