Strade di Napoli: Via Chiatamone la via dell’amore

Ci sono strade che con la loro storia sembrano avere una vocazione. Oggi parliamo dell’antichissima Via Chiatamone.Il termine Chiatamone deriva da “Platamon” che indicava una rupe scoscesa di grotte, così si presentava l’aspetto fino al 1565, ma poiché questi anfratti erano ritrovi di orge scandalose, furono chiuse. Ancora il Chitamone fa parlare di se in epoca Vicereale, essendo un posto boscoso e appartato, le coppie lo trovavano ideale per appartarsi e amoreggiare.

via-chiatamone

Il Viceré fu costretto ad apporvi una lapide che vietava apertamente i comportamenti amorosi, ma le coppie ignoravano il divieto tant’è che il giornalista Roberto Minervini sosteneva che :“fino agli inizi dell’Ottocento, l’Amore, sorridendo dell’avvertimento, continuava impavido a sostare all’ombra degli alberi centenari”. Sempre in tema di amore, nei primi anni trenta del novecento in questa strada divenne famosa una singolare figura femminile. Si trattava della prima “cocchiera” donna, famosa soprattutto per il suo bell’aspetto. La signora decise di assegnare il suo nome alla più bella cavalla bianca della scuderia utilizzata per il traporto…ma in questo caso cosa c’entra l’amore? La cavalla era usata in caso di trasporto degli sposi. Ulteriori notizie le abbiamo negli anni cinquanta in cui l’attività “commerciale” più fiorente risultava essere una nota casa di appuntamenti. Se non è una vocazione questa….

Please follow and like us:

Biografia Carmelita de Santis

Carmelita de Santis
"Eravamo quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo" così è iniziata l’avventura di Senzalinea. Tra i quattro amici, sfortunatamente, ci sono anch'io e le idee peggiori di questa pagina vengono da me. Amo e odio la mia città, mi appassiona la sua storia e le sue tradizioni.

Check Also

PALAZZO PIGNATELLI DI TORITTO E IL SUO MAGICO GIARDINO

Un luogo oltre che ricco di mistero, carico di storia, è Palazzo Pignatelli di Toritto …