Una pratica che mette d’accordo tutti:il Foot Fetish

Buon giorno lettori, eccoci di nuovo per affrontare una nuova stagione.

Oggi si parla di perversioni o presunte tali.

La perversione è legata ad uno specifico e particolare gusto sessuale, un’attitudine particolare per qualche pratica o mania innata e coltivata nella nostra mente in un angolino nascosto per non farlo scorgere a nessuno. Una di queste è l’amore per i piedi.

Il foot fetish è praticato prevalentemente dagli uomini siano essi etero che gay.

Uomini che notano prima i piedi del possibile partner e poi tutto il resto, in casi di devozione assoluta il resto del corpo può essere anche ignorato, parti intime comprese.

Tutte le fantasie sessuali sono legate al piede, la forma, la lunghezza, le dita,la pianta e l’odore che ha. Un piede non rispondente ai parametri di bellezza personali può far scomparire il desiderio per la persona stessa.

E’una parte del corpo che spesso nascosta e che suscita la fantasia dei curiosi, l’estate, con il caldo, è la stagione perfetta per questi adoratori per scorgere il loro oggetto del desiderio e riempirsi gli occhi.

Da dove nasca questo amore non lo si sa con esattezza,  molto interessante sono le teorie di un libro “La donna che mori dal ridere” che parla dell’origine, tra le altre cose, del feticismo dei piedi e pare sia una questione biologica, parti dal cervello che si attivano, nello specifico quella sessuale alla vista del piede. Detto in parole povere: La vista, l’odore dei piedi in alcune persone attiva l’eccitazione sessuale, tra l’altro odore pieno di feromoni che sono una sorta di messaggeri chimici sessualmente irresistibili. Gli odori nel sesso hanno un ruolo fondamentale. Non credo sia una perversione nata da qualche trauma o violenza subita, credo sia un semplice gradimento per qualcosa, argomento che ai non amanti del genere apparirà assolutamente disgustoso.

Fiocca il marketing anche su questo, mercatini di calzini/calze usate su internet, pornostar gay che vendono i loro calzettoni usati da palestra a peso d’oro, quanto di più personale ci possa essere, indumenti impregnati della vera essenza di un uomo. Immancabili i gruppi sui social che raggruppano persone con gli stessi gusti, foto di bei piedini accompagnate da frasi sessualmente esplicite spesso postate da profili senza volto, magari le stesse persone  inneggiano alla violenza sugli animali a viso scoperto e sorridente, certi meccanismi non li capirò mai.

Il foot fetish è ovviamente una pratica strettamente legata al gioco dei master/slave con il concetto della subordinazione, dell’ obbedienza per la parte più sporca e bistrattata di un’altra persona. Per lo schiavo assaporare il master è un privilegio. Da considerare il nuovo trend che sta …“prendendo piede”… è il caso di dirlo in Italia, gli “sniff party” feste dedicate ad annusarsi i piedi a vicenda, non si richiede nessun dress/code, solo non lavarsi i piedi e per gli uomini non è una cosa difficilissima da fare…..

Coltivate le vostre “innocue” e divertenti perversioni senza preoccuparvi di chi vi punta il dito e di nascosto brama di peggio.

Please follow and like us:

Biografia Carlo Kik Ditto

Carlo Kik Ditto
Autore dei romanzi "La pecora Rosa"e "Crazy Bear Love" e "A Destra dell'Arcobaleno" e giornalista,Carlo Ditto con la sua ironia e il suo tono sempre sopra le righe,riesce a raccontare in modo davvero unico,la quotidianetà.Nella sua rubrica "L'angolo della Pecora Rosa",accompagnerà i nostri lettori nel mondo LGBT.

Check Also

La Prohibida en acùstico

Icona, cantante, compositrice, modella. In una parola: Talento! La Prohibida, al secolo Luis  Herrero Cortés, …