Burraco Fatale: meraviglioso film con un cast tutto al femminile!

Burraco Fatale è una commedia dal genere sentimentale diretta da Giuliana Gamba. Girato in Italia ed in Marocco per 7 settimane tra Aprile e Giugno 2019, il film è stato poi presentato fuori concorso al Bari International Film Festival 2020. La pellicola, che vanta un cast eccezionale e quasi tutto al femminile, è uscito nelle sale cinematografiche il primo Ottobre 2020 ed è attualmente disponibile sulla piattaforma in streaming Prime Video. Lo staff attoriale è ricco di nomi importanti come Claudia Gerini, nel ruolo della protagonista Irma, Angela Finocchiaro nel ruolo di Eugenia, Caterina Guzzanti nel ruolo di Miranda, Paola Minaccioni nel ruolo di Rina, Loretta Goggi nel ruolo di Sibilla, Michela Quattrociocche nel ruolo di Ada, e tanti altri ancora. La durata del film è di 90 minuti.

La storia è quella di Irma, Eugenia, Miranda e Rina, quattro amiche di mezza età molto diverse tra loro che si ritrovano accomunate dalla passione per un famoso gioco di carte: il burraco. Durante queste partite hanno modo di confrontarsi e spesso scontrarsi, ma restando legate da una profonda conoscenza reciproca. Dopo essere riuscite a qualificarsi, decidono di partecipare ad un torneo nazionale di burraco, che perderanno per abbandono. Quando le quattro si iscrivono al torneo, non immaginano che la vita gli riserverà una seconda possibilità: quella di vivere ancora una volta l’ebbrezza dell’amore passionale. Impareranno così che la vita è proprio come una partita a burraco, in cui nulla è mai scontato.

La trama del film, che potrebbe sembrare all’apparenza frivola e banale, in realtà nasconde vari temi importanti e significativi. La protagonista, che si innamora follemente di un ragazzo straniero, è come le sue amiche una donna benestante ed abituata a vivere nel lusso. Il film ci mostra in primis quali sono le dinamiche relazionali della società borghese, dove l’amicizia è vissuta in modo intenso ma particolare e complesso, ma anche quali sono le dinamiche coniugali, seppur stereotipate, dell’ambiente borghese. Tradita dal marito con una giovane arrivista, infatti, Irma improvvisamente cede alla tentazione di uscire fuori dagli schemi logico razionali con cui convive ormai da tempo. La donna si abbandona pian piano e completamente ad un amore nuovo, diverso, spaventoso ma meravigliosamente autentico e passionale. All’improvviso Irma non è più disposta ad essere fintamente felice, e sceglie senza indugio di seguire il suo istinto più puro. Si troverà di fronte alcuni ostacoli, come la scoperta che il suo Mohamed ha in realtà già due mogli, che però non ama e che ha dovuto sposare in virtù di una tradizione del suo paese d’origine. Nonostante un primo ed iniziale dispiacere, che sembra quasi segnare la fine di questa immensa storia d’amore, contro ogni aspettativa Irma riesce a superare lo scoglio del pregiudizio per gettarsi di nuovo tra le braccia di colui che sente essere veramente onesto e sincero.

Un film divertente, ma allo stesso tempo romantico ed intenso, che fa sognare ad occhi aperti perché la protagonista riesce a fare ciò che nessuno di noi, superata una certa età, riesce più a fare: perdersi completamente dentro il desiderio e l’istintività di un amore vero, andando contro ogni sorta di chiusura mentale. Non è da tutti, ma la nostra Irma ci è riuscita davvero bene, e per questo motivo la sua storia è assolutamente da non perdere!

Please follow and like us:

Biografia Roberta Segreti

Roberta Segreti
Roberta Segreti è una scrittrice napoletana alla continua ricerca del sapere. La sua passione inizia con la lettura e termina con l'interpretazione personale dei documenti in esame. Si interessa di arte e spettacolo (con particolare attenzione al teatro) ma anche di cucina, cronaca, sociologia e politica. Un'autrice versatile con dentro la voglia di scoprire il mondo nelle sue più svariate sfaccettature.

Check Also

ReImagine: Il valore della ricerca biomedica nel cortometraggio di Novartis Italia

Il valore della ricerca biomedica e il calore degli affetti, la perdita legata alla malattia …