sabato , 25 novembre 2017

Radio No Frontiere il futuro nasce in rete!

Nel lontano 1984 con il monumentale Album “The Works”,i Queen esaltavano e rilanciavano la bellezza della radio nel brano “Radio Ga Ga”,un modo per ricordare i momenti passati ad ascoltare musica nei momenti di solitudine. Nel tempo le nuove tecnologie hanno quasi spazzato via l’utilizzo della radio,ma il fascino di una voce che annuncia la “Prossima canzone” rimane intatto per tanti. Una nostra amica ci ha segnalato un Web Radio molto interessante,di quelle che puntano molto sulla qualità più che la qualità,una radio vecchio stile insomma. Abbiamo avuto il piacere di incontrare il direttore artistico Federico Mancini,che ce ne ha parlato.

Come nasce Radio No Frontiere e perchè questo nome?

Il progetto di Radio No frontiere nasce il modo spontaneo: un nostro amico ce lo propose, non sapendo che la nostra passione era proprio la radio. Col tempo si sono formate varie professionalità. Ognuno di noi è competente in un ramo, quindi ci siamo ben aggregati tra di noi.Il nome deriva dal fatto che volevamo creare una radio che andasse oltre il livello nazionale. E gli ascolti ci confortano in questo senso: abbiamo ottimi risultati, oltre che in Europa , da Stati Uniti, Inghilterra, Canada, quindi anche oltreoceano.

La moda degli ultimi anni è Youtube,quindi un approccio visivo più che vocale,come mai la scelta di fare Radio?

Negli ultimi anni si tende a usare molto youtube e a fare poca radio, perché l’approccio visivo è quello più diretto. Noi abbiamo provato a fare il contrario, abbiamo voluto far ascoltare la nostra voce, proponendo un approccio vocale più pacifico e tranquillo in un epoca in cui si va sempre di fretta e presi dalla routine. Ovviamente l’approccio visivo ci sarà in un secondo momento, con l’organizzazione di eventi serali. La nostra mission è quella di fare programmi di qualità. In un periodo in cui sia televisione che radio fm non offrono grandi contenuti noi vogliamo emergere grazie a contenuti e collaborazioni con altre realtà. Il nostro obiettivo è migliorare sempre di più, senza mai accontentarsi. La nostra forza è che siamo coesi, cioè non deve spiccare nessuno. E’ come una gara podistica: chi porta lo scettro a un certo punto si ferma e lo cede agli altri.; dobbiamo tutti aiutarci, e questo non penso avvenga in ogni ambito radiofonico, dove di solito vigono regole molto ferree.

Quasi due anni di vita,un buon numero di ascoltatori,qualche aneddoto divertente?

Un aneddoto divertente è stato quando al pizza fest sono andato a intervistare Teo Teocoli che conoscevo per mezzo di un’amica in comune. Mi sono fatto presentare agli addetti ai servizi come la cugina di Teo Teocoli. Chiaramente era uno scherzo, e quando mi hanno presentato a Teo Teocoli, che si aspettava la cugina, ho chiarito che era anche uno strumento e un biglietto da visita ulteriore per presentarci. Lui è stato contento e ci ha raccontato parecchi aneddoti divertenti.

Negli ultimi anni le radio hanno subito un grosso calo di ascolti,cosa pensate di poter offrire di diverso per riuscire a migliorare?

Negli ultimi anni la radio ha subito un notevole calo di ascolto. Il nostro obiettivo, oltre a fare programmi di qualità, è realizzare delle interviste che siano amichevoli ma allo stesso tempo professionali. Che sia un politico o un attore, cerchiamo di mettere l’intervistato a proprio agio, come se fosse nel salotto di casa propria, e questo nell’intervista si percepisce. E’ una cosa nuova, che non si vede in radio, e quindi deve essere il nostro biglietto da visita.

Per concludere progetti futuri?

Per quanto riguarda i progetti futuri, chiaramente puntiamo agli eventi serali. Sono in corso di definizione degli eventi serali che riguardano la riproduzione chiaramente molto più empatica delle trasmissioni che noi facciamo su radio no frontiere . Saranno fatti in teatro, quindi con la possibilità di interagire ancora di più con il pubblico.In questi eventi ci sarà un momento musicale, un momento fatto da una band o da un cantante emergente, un momento di teatro, quindi come vedete diversifichiamo, e un momento di interazione col pubblico e di dibattito. Quindi cerchiamo di porre sul meglio tutte le potenzialità che il pubblico deve avere per essere soddisfatto . Sono in programma anche eventi strettamente musicali, sia grazie alla nostra trasmissione Altro Livello, che è una trasmissione prettamente musicale, sia con Be Free che è invece un programma incentrato sull’attualità. Con gli speciali Be Free musica infatti daremo spazio alla musica pop, e non è escluso che lo faremo anche qui con degli eventi serali prettamente musicali.

La webRadio è possibile ascoltarla attraverso le pagine di Senzalinea,discretamente ascolterete una voce che vi annuncerà “Sta per cominciare..”.Abbiamo deciso di farne la nostra Radio Ufficiale proprio dopo aver conosciuto Federico Mancini e Raffaele Russomando,gli ideatori della Radio.

Ulteriori Informazioni:

Piattaforma: https://www.spreaker.com/user/radionofrontiere

Facebook: https://www.facebook.com/ranofrontiere/

Twitter: https://twitter.com/ranofrontiere

Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCyJXirG6HH-beIxSNAZiP0Q

Print Friendly, PDF & Email

Biografia Redazione

Check Also

Attenzione!Sacchi abbandonati di amianto al centro di Napoli

Via Nicotera,zona Chiaia,a pochi passi dalla Prima Municipalità,giacciono da ormai venti giorni,alcuni sacchi contenenti amianto,tempestivamente …